NOISIAMOTREVISO, torna l’iniziativa che racconta i trevigiani attraverso i loro ritratti fotografici
Pubblicato
17 Giugno 2024
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
facebook linkedin

Martedì 18 giugno torna #Noisiamotreviso, iniziativa che si rinnova per il quinto anno consecutivo raccontando la Città attraverso i ritratti fotografici di chi la vive e frequenta.

Gli scatti fotografici verranno realizzati sotto la Loggia dei Trecento fino a domenica 23 giugno, dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 17 alle 22 da parte di un fotografo professionista, Giovanni Vecchiato, che allestirà un vero e proprio set prima dell’esposizione dei foto-ritratti che alzerà il sipario il 5 luglio con una speciale Mostra al Museo Bailo.

Il progetto, unico nel suo genere, ha un grande valore sociale ed è rivolto a tutti i cittadini. Non solo offre la possibilità di essere ritratti in un set fotografico ma anche di diventare parte di una mostra e, soprattutto, di raccogliere fondi per la Fondazione Città della Speranza con sede operativa a Padova e, in particolare, all’attività di ricerca ed assistenza pediatrica da questa Fondazione supportata.

#Noisiamotreviso si arricchisce inoltre con una speciale novità: grazie alla disponibilità di Lucio Stramare, che esporrà una parte della sua collezione al Museo Salce in occasione della mostra “Arte del Vedere”, sarà possibile utilizzare alcuni modelli vintage per le foto, creando così una rete virtuosa fra l’iniziativa e le esposizioni cittadine. 

«Noisiamotreviso è un momento di incontro, di dialogo, di intrattenimento, è l’opportunità per raccontare la propria storia», le parole del sindaco di Treviso Mario Conte. «Siamo veramente contenti di ospitare questa iniziativa diventata ormai un appuntamento fisso particolarmente apprezzato da cittadini e visitatori, che attraverso queste foto trasmettono emozioni, stati d’animo e sentimenti. Questi progetti rafforzano il senso di comunità».

«#Noisiamotreviso», aggiunge Antonella Gasparotto, Consigliere e Referente a Treviso di Fondazione Città della Speranza, «veicola un importante messaggio di vicinanza e supporto al mondo della ricerca pediatrica, che non può conoscere soluzione di continuità. Per tale motivo siamo davvero felici come Fondazione di poter essere parte, anche grazie alla presenza dei nostri preziosi volontari, di questa iniziativa in cui la comunità trevigiana e la ricerca si abbracciano per sostenere i piccoli pazienti».

Il progetto quest’anno sarà reso possibile dal supporto di AllianzBank Financial Advisors – Centro di Consulenza di Treviso – e i suoi Consulenti Finanziari. Avrà il patrocinio del Comune di Treviso e la mostra sarà ospitata dai Musei Civici.

«AllianzBank ha scelto di sostenere anche quest’anno, per il terzo anno consecutivo, questa iniziativa perché diretta a valorizzare la bellezza e la spontaneità dei cittadini trevigiani» commenta Cinzia Crespan, manager dell’ufficio di consulenza finanziaria AllianzBank di Treviso «Poter sostenere inoltre nel contempo Fondazione Città della Speranza rappresenta una modalità diversa per dimostrare il nostro senso di responsabilità sociale e il nostro desiderio di contribuire attivamente al benessere della comunità».