Al via la raccolta fondi con Benetton Rugby e Comune di Treviso per aiutare le vittime di soprusi
Pubblicato
1 Dicembre 2023
Tempo di lettura
5 minuti
Condividi
facebook linkedin

È stato presentato questa mattina il progetto di sensibilizzazione sulla violenza di genere che vede protagonisti il Comune di Treviso e Benetton Rugby. La sinergia è volta a ribadire l’impegno deciso, di entrambe le parti, nel combattere ed eliminare ogni forma di sopruso che colpisce le donne in tutto il mondo.

Per l’occasione il club biancoverde, impegnato nel campionato internazionale BKT United Rugby Championship (URC) ed European Professional Club Rugby Challenge Cup (EPCR), ha presentato la nuova divisa da gara rosa come oggetto emblematico della campagna contro la violenza di genere promossa all’Unità Operativa Prevenzione Violenza del Comune di Treviso dalla Casa Rifugio “Casa Luna” di Treviso in collaborazione con i Leoni.

A sostegno dell’iniziativa anche due importanti partner di Benetton Rugby come il Consorzio del Prosecco DOC ed Eat Pink Opas. Il primo campeggia sul fronte maglia con il proprio claim “Osa il Rosa” volto a sottolineare per l’occasione un deciso supporto nella lotta per l’eliminazione della violenza contro le donne. Il secondo è presente sul retro della divisa con l’inconfondibile e caratteristico logo rosa in pieno coordinato cromatico con il resto del kit gara.

La progettualità vedrà inoltre il coinvolgimento dei cinque Centri Anti Violenza della Provincia di Treviso: Centro delle Donne Libere dalla violenza, Telefono Rosa di Treviso, Centro Antiviolenza Vittorio Veneto. N.I.L.D.E. di Castelfranco Veneto, Stella Antares di Montebelluna.

Nel concreto la collaborazione consisterà nel lancio congiunto di una raccolta fondi che si articolerà in due diversi step. Il primo verrà compiuto in occasione della partita del 16 dicembre tra Benetton Rugby e Perpignan, evento che vedrà parte dei proventi della vendita dei biglietti devoluti alla Casa Luna di Treviso.

In occasione della gara, i CAV saranno “in campo” fornendo informazioni e materiale informativo sul tema della violenza di genere e sulla Rete dei Servizi dell’Antiviolenza.

Il secondo step vedrà invece il suo epilogo al termine della stagione sportiva 2023/24, quando la divisa rosa indossata dai giocatori del Benetton Rugby verrà messa all’asta ed i relativi proventi saranno destinati a Casa Rifugio Casa Luna ed ai 5 centri antiviolenza della provincia di Treviso.

«Lo sport è un mezzo importantissimo per diffondere messaggi significativi», le parole del sindaco di Treviso Mario Conte. «Siamo felici di aver trovato in Benetton Rugby un partner d’eccezione per veicolare questa campagna di sensibilizzazione, che non solo permette di far conoscere realtà territoriali che operano con grande professionalità e cuore nel territorio ma anche di coinvolgere il mondo dello sport in una battaglia, quella contro la violenza sulle donne, che riguarda tutti e che deve partire da un cambiamento culturale».

«L’obiettivo del progetto è quello di sensibilizzare la popolazione legata al mondo del Rugby sul tema della violenza contro le donne ma, soprattutto, sulla possibilità di contrastare il fenomeno attraverso una Rete di Servizi Territoriali dedicati a questo», afferma l’assessore alla Città Inclusiva di Treviso, Gloria Tessarolo. «I Centri Antiviolenza e Case Rifugio rappresentano concrete possibilità per le donne e i loro bambini di uscire da una realtà fatta di soprusi e violenze e intraprendere una nuova vita. Il numero di donne che chiedono aiuto sta aumentando ed è necessario garantire a tutte una risposta adeguata

Per perseguire questo obiettivo è necessario che tutti scendiamo in campo per lanciare un forte messaggio per dire “no” alla violenza sulle donne».

«Oggi mi rivolgo a tutti con un messaggio di importanza vitale che va oltre il campo da gioco. In qualità di Presidente di una società sportiva, sento il dovere di parlare chiaramente ed apertamente sulla questione della violenza sulle donne, un problema serio e diffuso che riguarda la nostra società. Lo sport, rugby su tutti, ha il potere di ispirare e unire le persone. È un veicolo per promuovere valori fondamentali come il rispetto, la lealtà e la solidarietà. Il coinvolgimento di Benetton Rugby, ad iniziative come quella in questione, intende sottolineare il nostro impegno nel fare la nostra parte nella lotta per l’eliminazione della violenza sulle donne ed allo stesso tempo la promozione di un ambiente di rispetto e sicurezza per tutti» dichiara Amerino Zatta, Presidente del Benetton Rugby.

Per il Presidente del Consorzio di tutela della DOC Prosecco, Stefano Zanette: «Come Prosecco DOC siamo lieti di portare avanti con Benetton Rugby e Comune di Treviso, questo progetto a favore delle donne più fragili, ambito che ci ha già visti convintamente impegnati in altre occasioni. A mio avviso è il concetto di rispetto della persona, e della parte femminile in particolare, che va coltivato con immagini positive ed esempi virtuosi.  Messaggi da diffondere fin dalla prima infanzia perché la cultura del rispetto torni ad essere un valore umano riconosciuto anche dai più giovani, troppo spesso bombardati da messaggi fuorvianti. In tal senso il mondo dello sport, rugby in primis, ancora una volta testimonierà l’importanza di offrire esempi di comportamenti etici, corretti e inclusivi».

Così infine Valerio Pozzi, amministratore delegato di eat pink Opas: «La sensibilizzazione sul tema della violenza contro le donne è quanto mai attuale e necessaria. È per noi, quindi, importante partecipare, insieme al Benetton Rugby, a questa iniziativa che permette, attraverso i nobili valori del rugby, di andare oltre al campo e supportare la campagna contro la violenza di genere promossa dal Comune di Treviso».